Recensione Maleficent

Maleficent

Robert Stromberg scenografo Americano giunge al suo primo lungometraggio come regista con Maleficent, remake del cartone animato della Disney del 1959. 

In una terra magica vi sono due reami, uno boscoso e pacifico, abitato da creature magiche e graziose, chiamato Brughiera e l’altro il regno degli uomini. Stefano appartiene al regno degli uomini e solitamente questi non si avvicina mai alla brughiera. Stefano però è coraggioso e decide di inoltrarsi nel bosco. Così incontrerà Malefica, giovane fata dotata di possenti ali. Qui i due stringeranno una tenera amicizia che ben presto muterà in amore. Quando a Stefano si presenterà l’occasione di divenire re, non esiterà a tradire l’amore di Malefica, scatenando così l’oscura ira su Aurora figlia di Re Stefano.
   
Nel 1959 usciva La bella addormentata nel bosco, fortunatissimo adattamento animato di una fiaba tradizionale da parte di Disney. Grazie a due elementi riusciti come il disegno degli sfondi e il protagonista della strega cattiva conseguì un gran successo.
  
Oggi a distanza di cinquantacinque anni Robert Stromberg, segna il suo primo ingresso sul grande schermo in veste di regista e dirige questo remake bellissimo e curato. Maleficent gode, infatti, di molti pregi garantendo così punti forza alla pellicola. Per primo la fedeltà nel ritrasporre l’immagine originale della fata cattiva arricchendola nella personalità e nel portamento, non caso la parte iniziale del film è stata completamente riscritta. Altro punto di forza risiede nella maestosa e perfetta interpretazione della bellissima Angelina Jolie nei panni di Malefica. Aggiungendo poi  un tocco fantasy dalle tinte gotiche all’estetica del film, rendendolo così più scorrevole e adatto a tutti, e piacevole da guardare. Bellissimi gli effetti speciali e ottima la colonna sonora e il cast oltre alla sopranominata Jolie è veramente vario e l’altezza della produzione, regalando ottime interpretazioni .  
Sottolineo comunque che lo stravolgimento della figura della strega potrebbe non essere apprezzata da tutti. L’addolcimento della figura della strega che nell’originale agiva secondo una dualità –terrore e fascino-, qui viene presentata invece più materna e premurosa e talvolta anche spiritosa senza però rinunciare al look dark e onnipresente ed elegante. Nonostante questo Maleficent è un film veramente bello dotato di una trama riscritta con elementi narrativi nuovi e complessi che restituiscono buone emozioni e intrattengono bene lo spettatore.

Di Salvatore Farruggio

Cast
Angelina Jolie, Elle Fanning, Sharlto Copley, Lesley Manville, Imelda Staunton. 
Juno Temple, Sam Riley, Miranda Richardson, India Eisley, Brenton Thwaites, Marama Corlett, Peter Capaldi, Toby Regbo, Kenneth Cranham, Vivienne Jolie-Pitt, Zahara Jolie-Pitt, Pax Jolie-Pitt

Recensione Maleficent
Vota questo articolo

Operatore cinematografico, io e il mio amico Totò Farruggio partecipiamo entrambi alla gestione di questo blog, amanti del Cinema, speriamo di condividere con voi i nostri pensieri ed emozioni

cinerecensione

Operatore cinematografico, io e il mio amico Totò Farruggio partecipiamo entrambi alla gestione di questo blog, amanti del Cinema, speriamo di condividere con voi i nostri pensieri ed emozioni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.